Turin Greeters: “Orgogliosi della nostra città”

Torino è la prima città italiana nella quale è stato attivato e si sta sperimentando il sistema internazionale di accoglienza turistica non convenzionale dei Greeters. Ma chi sono i Greeters?
I Greeters sono persone comuni – italiani e stranieri – che abitano in città da sempre o da qualche anno. Essi sono volontari entusiasti della città in cui vivono e che trovano piacevole condividere le loro esperienze di vita quotidiana chiacchierando, camminando, prendendo un caffè con i visitatori che fanno richiesta di un incontro attraverso il sito ufficiale TurinGreeters.org. Il servizio di accoglienza per il visitatore è totalmente gratuito.

turin greeters

Può sembrare quasi lo slogan di un nuovo partito politico per la prossima campagna elettorale.E invece non è così.
Più che di uno slogan si tratta di un vero e proprio motto che sta a indicare il forte senso di appartenza dei Greeters alla città.

Il progetto Turin Greeters prevede lo sviluppo di un sistema di Turismo Urbano Non Convenzionale nella Città di Torino, promosso
dall’Associazione culturale 6secondsTO in qualità di membro ufficiale della rete internazionale Global Greeter Network.

Torino è la prima città italiana nella quale è stato attivato e si sta sperimentando il sistema internazionale di accoglienza
turistica non convenzionale dei Greeters.

Ma chi sono i Greeters?
I Greeters sono persone comuni – italiani e stranieri – che abitano in città da sempre o da qualche anno.
Essi sono volontari entusiasti della città in cui vivono e che trovano piacevole condividere le loro esperienze di vita quotidiana
chiacchierando, camminando, prendendo un caffè con i visitatori che fanno richiesta di un incontro attraverso il sito ufficiale
TurinGreeters.org.

Il servizio di accoglienza per il visitatore è totalmente gratuito.

I Greeters infatti non ricevono alcun compenso economico per la loro “prestazione occasionale” durante un incontro con il
visitatore.

Aderendo al progetto, ciascun Greeter si impegna a dedicare alcune ore del proprio tempo libero all’attività di accoglienza del
visitatore.
NB: Il Greeter non è una guida turistica! Non accompagna il visitatore all’interno di un Museo o di una chiesa spiegando quali
siano le caratteristiche architettoniche.
Il Greeter mostra al visitatore luoghi speciali che per lui hanno un significato particolare.

Che tu sia un greeter o un visitatore sostenendo questo progetto contribuirai a fare in modo che le persone in città possano
condividere storie, luoghi, emozioni, sorrisi dal vivo e non davanti a uno schermo.

Per maggiori informazioni visita il sito www.turingreeters.org
e/o contattaci via email: info@turingreeeters.org

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.